Appuntamenti Caritas
Archivio appuntamenti RSS
News da Peacelink
News da Unimondo.org
News da Misna.org
Newsletter

 

Leggi l'informativa sulla privacy

Archivio newsletter Links

 

conformita'

Primo Piano

Campagna di sensibilizzazione

Oggi nel nostro Paese vivono oltre 5 milioni di persone di origine straniera. Molti di loro sono bambini e ragazzi nati o cresciuti qui, che tuttavia solo al compimento del 18° anno di età si vedono riconosciuta la possibilità di ottenere la cittadinanza, iniziando nella maggior parte dei casi un lungo percorso burocratico. Questo genera disuguaglianze e ingiustizie, limita la possibilità di una piena integrazione, disattende il dettato costituzionale (art. 3) che stabilisce l’uguaglianza tra le persone e impegna lo Stato a rimuovere gli ostacoli che ne impediscono il pieno raggiungimento. La campagna nazionale “L’Italia sono anch’io” è promossa da 18 organizzazioni della società civile: Acli, Arci, Asgi-Associazione studi giuridici sull’immigrazione, Caritas Italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca-Coordinamento nazionale delle comunità d’accoglienza, Comitato 1° Marzo, Emmaus Italia, Fcei – Federazione Chiese Evangeliche In Italia, Fondazione Migrantes, Libera, Lunaria, Il Razzismo Brutta Storia, Rete G2 - Seconde Generazioni, Tavola della Pace e Coordinamento nazionale degli enti per la pace e i diritti umani, Terra del Fuoco, Ugl Sei e dall’editore Carlo Feltrinelli. Caritas Italiana, fra i promotori della campagna,  si propone di focalizzare l’attenzione soprattutto sul fronte della sensibilizzazione e quindi di lavorare prioritariamente su un piano culturale. Le attività previste da Caritas Italiana, dunque, riguardano la produzione di materiali informativi e il coinvolgimento in momenti di riflessione e sensibilizzazione sul territorio nei quali confrontarsi pubblicamente. Proprio per l’ottenimento di questo diritto la campagna “L’Italia sono anch’io” si prefigge di raccogliere 50.000 firme necessarie a sostenere in Parlamento due proposte di legge di iniziativa popolare per ottenere nuove procedure per il diritto di cittadinanza italiana e di voto. Per chi volesse aderire alla raccolta firme ricordiamo che, oltre alle numerose iniziative pubbliche che verranno promosse, tutte le segreterie comunali dei Comuni della provincia, sono in grado, qualora i cittadini lo desiderassero, di raccogliere le firme in orario di ufficio e il sabato, se aperte. Ad oggi fanno parte del Comitato reggiano: Comune di Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia, lo scrittore Giuseppe Caliceti, Acer, Acli, Aics, Anpi, Arci, Auser, Associazione centro sociale Papa Giovanni XXIII, Caritas, Ceis, Centro missionario diocesano, Cgil, Cisl, Cnca, Csi, Dimora d’Abramo, Federazione Migrantes, Filef, Fondazione Mondinsieme, Forum Immigrazione Pd, Forum Terzo Settore, GA3, Gabella, Gmi-Giovani Musulmani, Let’s Dance, Libera, Rete Together, Scuola di pace, Ugl, Uil, Uisp.

Video della Campagna preparato dal Comitato di Reggio Emilia.