Appuntamenti Caritas
Archivio appuntamenti RSS
News da Peacelink
News da Unimondo.org
News da Misna.org
Newsletter

 

Leggi l'informativa sulla privacy

Archivio newsletter Links

 

conformita'

Primo Piano

Accoglienza migranti



A seguito della serata diocesana del 14 ottobre scorso ed i continui rapporti con Caritas Italiana, abbiamo iniziato a condividere, incontrare e relazionarci con le diverse realtà, parrocchiali e private, che hanno dato la disponibilità all’accoglienza dei profughi, richiedenti asilo politico e rifugiati. Tutto ciò in stretta sinergia con il nostro Vescovo e la diocesi.

Abbiamo dato disponibilità di accoglienza di 5 nuclei famigliari siriani attualmente presenti in campi profughi in Libano in collaborazione con la Comunità Papa Giovanni XXIII di Rimini e la comunità S. Egidio di Roma. Oltre a ciò, abbiamo aderito, per una decina di beneficiari, al progetto “Protetto rifugiato a casa mia” di Caritas Italiana. I tempi d’inizio, per entrambe i percorsi, sono previsti nei mesi di febbraio e marzo.

La strutturazione del secondo progetto è in via di definizione, anche a seguito del primo seminario formativo svoltosi nei giorni scorsi a Roma, e il percorso avrà la durata di 6 mesi. L’esperienza avrà come obiettivo prioritario la centralità della famiglia, concepita come luogo fisico e insieme sistema di relazioni in grado di supportare il processo di accoglienza ed inclusione di richiedenti asilo e rifugiati, coinvolgendo le nostre comunità. Tutto ciò nel valore della gratuità, attraverso la responsabilità ed il coordinamento della nostra Caritas diocesana.

A seguito di ciò, ci rendiamo disponibili a condividere il percorso con i consigli pastorali parrocchiali, di unità pastorale anche con incontri progettuali per analizzare gli aspetti tecnici ed operativi. Sarebbe importante poter condividere queste opportunità di accoglienza che, insieme a quanto stiamo continuando a portare avanti nel quotidiano grazie al grande impegno dei Centri di Ascolto, Caritas parrocchiali e parrocchie della nostra diocesi, sarebbero un continuo segno cristiano di apertura delle nostre comunità. Le finalità sono quelle di intraprendere percorsi di inclusione sociale mirati all’autonomia in un contesto protetto, sperimentarsi, attraverso la convivenza con persone provenienti da altri paesi, un’esperienza di solidarietà e di condivisione.

… ognuno di noi è responsabile del suo vicino: siamo custodi dei nostri fratelli e sorelle, ovunque essi vivano. La cura di buoni contatti personali e la capacità di superare pregiudizi e paure sono ingredienti essenziali per coltivare la cultura dell’incontro, dove si è disposti non solo a dare, ma anche a ricevere dagli altri. L’ospitalità, infatti, vive del dare e del ricevere.

(Messaggio del Santo Padre Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2016)

Scarica la lettera inviata ai parroci, ai diaconi  e alle Caritas parrocchiali