Primo Piano

Avvento 2012 - Parrocchie

Nella nostra diocesi è tradizione consolidata, oltre che fortemente voluta dal nostro Vescovo, la proposta di dedicare il periodo liturgico dell’Avvento a un impegno particolare nella carità. L’Avvento Caritas vuole essere un periodo privilegiato nel quale animare al tema della carità le comunità cristiane e l’intenzione educativa è alla base delle attività che proponiamo. Anche la raccolta fondi destinata alle nostre opere segno (Centro di Ascolto, mensa, dormitorio, ambulatorio, ecc.) è volta alla sensibilizzazione delle persone e del territorio ai temi legati alla povertà e marginalità in cui tanti nostri fratelli si ritrovano a vivere. Come Caritas diocesana abbiamo deciso di riflettere tutto l’anno sul tema della “prossimità”, con l’intento di fare un passo in avanti rispetto al tema dell’accoglienza proposto lo scorso anno. Quest’anno il gesto concreto di prossimità che la Caritas Diocesana suggerisce alle comunità parrocchiali, è scrivere una o più lettere. Si può scrivere a chi si vuole bene, a chi è in difficoltà, a qualcuno con cui vogliamo riconciliarci, quello che importa è che si scriva con un’attenzione particolare alla persona con cui vogliamo entrare in un rapporto di prossimità. Si propone inoltre di fare dono alla persona scelta di un album contenente fotografie e ricordi che riguardano la relazione tra noi e il nostro prossimo. Ma la proposta ha in sé un altro segno di prossimità meno evidente ma ugualmente significativo. La carta da lettera e gli album proposti da Caritas provengono dal Madagascar, da un progetto di RTM a favore di alcune famiglie bisognose che producono in modo artigianale la carta. Per la carta da lettere e l’album si richiede un’offerta libera che orientativamente dovrebbe essere di circa 3 euro per consentire di sostenere i costi dei pasti e dell’accoglienza a coloro che sono più in difficoltà.

Vai alla pagina dedicata