Primo Piano

Un appello per la Siria e per i popoli sfollati in Turchia

Sono sempre più drammatiche le condizioni in cui vive la popolazione siriana, in patria e nei campi profughi allestiti nei paesi confinanti. Le violenze continuano, come ci conferma mons. Antoine Audo, Presidente di Caritas Siria, nell’appello che ha lanciato nei giorni scorsi alla rete Caritas e che qui di seguito presentiamo.

Infatti, mentre si sta sviluppando la rete di accoglienza dei rifugiati siriani nei paesi confinanti (oltre 400.000 tra Libano, Giordania e Turchia) dove è già attivo il contributo delle Caritas nazionali di questi paesi, l’assistenza all’interno della Siria è molto più difficile e pericolosa.

Continua