Documenti Approfondimenti Informazioni

 

conformita'

Alluvioni in Pakistan, in arrivo i primi interventi Caritas

 


In Pakistan continua a crescere il bilancio delle vittime e degli sfollati a causa delle copiose piogge monsoniche e delle inondazioni. La difficoltà più grande – sottolineano gli operatori di Caritas Pakistan – è raggiungere molti villaggi rimasti isolati.
Poiché le strade sono completamente allagate, spesso occorre spostarsi a piedi, con linee elettriche e telefoniche fuori uso.
E purtroppo si prevede che i monsoni dureranno per tutto il mese di agosto.
Caritas Pakistan, dopo la prima stima dei bisogni, continua ad aggiornare l'analisi seguendo l'evoluzione della catastrofe e a fornire aiuto. Al momento Caritas Pakistan, con il sostegno di altre Caritas tra cui Caritas Italiana, sta lavorando per dare aiuto a 2.500 famiglie che vivono nelle quattro diocesi di Multan, Quetta, Faisalbad e Rawalpindi/Islamabad, sia attraverso assistenza sanitaria e igienica, sia con la fornitura di tende. Caritas Italiana da anni sostiene Caritas Pakistan e anche in questa occasione ha espresso subito vicinanza e solidarietà, destinando un primo contributo per i bisogni più urgenti. Anche la Conferenza Episcopale Italiana si è attivata stanziando un milione di euro e invitando le comunità ecclesiali alla preghiera e al sostegno delle iniziative di solidarietà promosse dalla Caritas Italiana.
Per informazioni su come contribuire clicca qui.