Documenti Approfondimenti Informazioni

 

conformita'

Carestia nel Sahel: agire in fretta

«C’è il rischio di una nuova catastrofe umanitaria; per questo ascoltiamo e condividiamo l’appello delle popolazioni colpite e cerchiamo di rispondere rapidamente, intensificando gli aiuti immediati per prevenire una crisi più grave». Questo il messaggio lanciato da Caritas Italiana e dalle altre Caritas del "Gruppo di lavoro sul Sahel" riunitosi a Bamako, capitale del Mali. L’allarme alimentare tocca ormai circa 10 milioni di persone, che rischiano di diventare il doppio se non verranno prese urgentemente misure efficaci. I Paesi maggiormente colpiti sono: Mali, Niger e Burkina Faso e, in misura minore, Senegal e Ciad. Le piogge del 2011 sono state insufficienti e hanno generato un raccolto deficitario (25% in meno rispetto all’anno precedente), a cui è seguito l’aumento dei prezzi dei beni alimentari, soprattutto cereali, che ha colpito in modo drammatico le popolazioni del Sahel, che dal 2000 subiscono ciclicamente crisi alimentari. continua...

Per contribuire contatta il numero 0522 922520 o vai nella sezione Donazioni.